Nodini di vitello alla griglia con pesto di spinaci novelli e granella di nocciole di Giffoni

Sullo stesso argomento

Linguine con sardine alla mediterranea

Eccoci con l'ultima ricetta per Angelo Parodi, a questo giro siamo andati a ripetizione in modo da darvi tempo di studiare il menu di...

Kuri Gohan – Riso Giapponese alle castagne

L'autunno ci porta il freschetto e le giornate limpide di sole, tazze di profumato tè e pomeriggi domenicali a leggere libri sotto la copertina...

Sweety of Milano 2016 – la più grande pasticceria del mondo!

A Milano, per due giorni, torna la più grande pasticceria del mondo. Da Nord a Sud i migliori pasticceri d'Italia con i loro prodotti e...

Mezze maniche estive al gazpacho

Le giornate si fanno più corte ma il caldo continua a mordere di giorno, almeno in questo weekend vicentino. Quando c'è questa temperatura non me...
Chiara Bettaglio
Ama il Giappone in tutte le sue forme, quando non programma siti web, cucina, legge e cuce cosplay. Parla del Giappone anche mentre dorme.

Fame?
Beh è un buon segno, vuol dire che vi piace quello che vedete! 🙂

about food

Da quando abito qui non ho il barbecue e questo fatto mi dissesta psicologicamente non poco: gli anni di scout passati ad accendere fuochi ogni domenica al sole cocente o sotto il diluvio universale reclamano a gran voce una scatola di fiammiferi, carta da giornale e legna appena raccolta nel bosco.
Voglio dire, accendere un fuoco per me non è solo un’abitudine in occasione di grigliate occasionali tra amici, l’imprinting si è fuso nel mio DNA a forza di campi estivi e uscite di reparto.

Per ovviare al fatto di non poter dar sfogo alla mia natura piromane cuciniera ho acquistato una favolosa piastra di ghisa pesante che adagio sul gas e mi accontento… ma devo dire che il risultato e’ assolutamente dignitoso e anzi sorprendente!

Quando ho letto del contest Fuoco alle Griglie de “Al Cibo Commestibile” non potevo tirarmi indietro dunque, e la scelta della ricetta più adatta e’ stata ardua, mi sarebbe anche piaciuto sfoggiare la mia esperienza di Trappeur (qui e qui). Per accompagnare questo piatto che presento e inoltre per non sprecare il fuoco consiglio la Salsa di Pomodori grigliati, che è un altro mio grande classico. Ok la pianto con l’autocelebrazione 😀 e se non fosse ancora chiaro partecipo con questo al contest :))

Fuoco alle Griglie contest!

Questo post pero’ non è solamente una ricetta, è un omaggio allo spirito un po’ pazzo, un po’ intrepido di sfidare la natura e sè stessi per imparare ad apprezzare le piccole cose come la fiamma allegra di un fuoco.
Abbiate un po’ di pazienza per la ricetta….Questi sono i miei ragazzi e ne vado orgogliosa 🙂

Campo di Competenza in Informatica e Tecniche Scout anni 2008 e 2009

E questa è la mia ricetta:

Nodini di vitello alla griglia con pesto di spinaci novelli e granella di nocciole di Giffoni

per due
ingredienti:

  • 2 nodini di vitello con l’osso di media grandezza oppure 3 piccoli
  • sale al limone (presto su questo blog!) o in mancanza fior di sale e scorza grattuggiata di un limone amalfi
  • pepe
  • due cucchiai di olio evo

per il pesto:

  • 100 grammi di spinaci novelli
  • uno spicchio di aglio
  • una cucchiaiata abbondante di pecorino sardo stagionato grattuggiato
  • olio evo, un cucchiaio
  •  80 grammi di nocciole intere di Giffoni

Preparare la marinata per la carne cospargendo di sale al limone e pepe i nodini di vitello: inserirli in una busta di plastica per congelare e aggiungere l’olio. Sigillare e “massaggiare” la carne con la marinata. Lasciare in frigorifero per almeno 4 ore prima di grigliare.

Preparare la granella di nocciole pestando grossolanamente le nocciole nel mortaio: i frammenti non devono essere polverizzati ma non devono rimanere mezze nocciole. Travasare la granella in una ciotola.

Nel mortaio pestare con cura lo spicchio d’aglio, gli spinaci novelli e il cucchiaio di pecorino aggiungendo a filo l’olio. Non ne serve molto, gli spinaci cacceranno molta acqua di vegetazione. Come avrete notato e’ un pesto anomalo: mancano i pinoli perche’ avremo la granella. Dovrete ottenere una crema liscia ma non eccessivamente omogenea.
Servite il pesto e la granella su due piattini o ciotoline basse per ogni commensale.

Accendete il fuoco nel barbecue con elegante anticipo e aspettate la brace ben calda (niente fiamme! Carbone allo stato “bianco”, ovvero ricoperto di quella cenerina bianca che nasconde un cuore rosso fuoco), tamponate i nodini con della carta assorbente e appoggiateli delicatamente sulla griglia. Fateli brustolire bene da entrambi i lati per qualche minuto (il vitello cuoce abbastanza in fretta e a me piace comunque rosa e succoso all’interno) e deporre in un piatto.
Servire i nodini ad ogni commensale con i piattini a lato: ogni boccone va gustato intingendolo prima nel pesto e poi nella granella, che si attacchera’ al boccone come una panatura.

Potete accompagnare con dei peperoncini dolci appena passati sul barbecue!

Buon appetito a tutti!

4 commenti

  1. Bellissimo reportage di una giornata da "barbecue". Ho letto la rocetta della salsa….interessante e suppongo anche buona. Arrivo da te attraverso AboutFood, quindi piacere di conoscerti e son contenta di essere approdata qua. Buona giornata Ale.

    Visit my blog
    EssenZadiCanneLlaBlog

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Altre idee

Cucire una giacca canvas per l’autunno

Da quando ho ripreso in mano la macchina da cucire sto cercando di cucirmi dei vestiti che mi facciano stare bene "nei...

Tappetino da taglio e rotella, cosa sono

Il tappetino da taglio e la rotella per tagliare stoffa e carta sono una "relativa" new entry nel mondo del cucito. Si...

Scegliere le forbici da sarta

Se dovessi avere soldi per comprare solo una cosa per il mio hobby, comprerei un buon paio di forbici da sarta. Non...

Riprendere a cucire, dopo una lunga pausa

Ero piena di bei progetti, fili, tessuti, cartamodelli. Ed entusiasmo, tanto entusiasmo. Compravo e progettavo, con chissà quali pretese, vestiti e oggettini,...

Brownies al triplo cioccolato con Nocciolata e noci

So che solo a leggere il titolo della ricetta vi sarà venuto un attacco di diabete. 🙂 Ebbene questo è un concentrato di cioccolato che...

Altro che potrebbe interessarti