Una gonna in un giorno #3

Sullo stesso argomento

Kodomo no hi – La festa dei bambini giapponesi

Oggi in Giappone è Kodomo no Hi ( 子供の日 ) ovvero la festa dei bambini (il 5 maggio).E' proprio festa nazionale, si...

Craft Camp #1 – Questo weekend a Milano!

Si, mi rendo conto che anche se non sembra, questa donna che vi sta parlando ha le mani in pasta non solo letteralmente parlando,...

La smania dell’orto balcone

E' ora ormai di presentarvi l'ultima smania di casa Apest: l'orto fai da te sul balcone. Avevate visto qualche cosa sulla pagina facebook in anteprima,...

Scusi, per Lucca di qua?

E come ogni anno arriva novembre e arriva il tempo di fare la valigia e andare a Lucca. A fare che? Siete nuovi del blog eh? ...
Chiara Bettaglio
Ama il Giappone in tutte le sue forme, quando non programma siti web, cucina, legge e cuce cosplay. Parla del Giappone anche mentre dorme.


Ore 11: E’ l’ora di tagliare! Prendo la stoffa che ho scelto per questa gonna, lo so che la foto rende veramente poco… ma e’ una tela media di cotone nero per la parte centrale, e un tessuto dell’ikea dell’anno scorso, mi pare si chiamasse Arkseline, per la banda in basso, e’ un misto cotone-lino bianco con dei disegni floreali tono su tono. C’e’ anche la lampo invisibile nera, mentre manca la teletta di rinforzo per la quale dovro’ uscire piu’ tardi e andarla a comprare…

Bene, apro la stoffa e la ripiego con le due cimose una contro l’altra, il diritto e’ all’interno. la appoggio lisciandola bene sul tavolo sgombro e la fisso con degli spilli lungo il perimetro aperto per non farla scivolare. Sono stata fortunata, il drittofilo non e’ tirato e non devo raddrizzarla con il ferro da stiro.
Appoggio i pezzi di carta seguendo lo schema per le taglie che ho nel cartamodello, per me, seguo quello della taglia piu’ grande. Controllo che i pezzi che devono essere appoggiati lungo la piega siano ben diritti e a filo con la piegatura della stoffa. Per questi pezzi taglieremo lungo gli altri tre lati, cosi’ quando apriremo il pezzo sara’ tagliato doppio 🙂
Fisso bene tutti i pezzi con gli spilli passando attraverso la carta e prendendo i due strati di tessuto sotto.
Ecco, sul cartamodello e’ segnato che i margini di cucitura sono gia’ compresi e sono di un cm e mezzo. Non occorre lasciare spazio, possiamo tagliare seguendo i contorni della stoffa.
Segno bene tutti i segni del cartamodello: se ci sono le pinces, qui ci sono pieghe e tacche per appoggiare paramonture e la banda inferiore bianca. Le segno col gessetto, con un spillo oppure facendo le marche con il filo da imbastitura.

Parecchie sforbiciate piu’ tardi ho tutti i miei pezzi 😀
Di solito per non confondermi lascio attaccato la carta alla stoffa fino al momento in cui le istruzioni mi dicono di usarla, cosi’ non mi dimentico se era la paramontura davanti o dietro, specie se i pezzi sono simili.

Ora di pranzo, ci si sente nel pomeriggio! Ci si sente domani, sono sopraggiunti impegni pomeridiani inderogabili 🙂

Articolo precedenteUna gonna in un giorno #2
Articolo successivogonna – Post di servizio

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Altre idee

Un paio di pantaloni comodi per ogni stagione

Quando dovevo scegliere un tessuto per testare il nuovo cartamodello di Wardrobe by me erano i primi di settembre, faceva caldo e...

Cucire una giacca canvas per l’autunno

Da quando ho ripreso in mano la macchina da cucire sto cercando di cucirmi dei vestiti che mi facciano stare bene "nei...

Tappetino da taglio e rotella, cosa sono

Il tappetino da taglio e la rotella per tagliare stoffa e carta sono una "relativa" new entry nel mondo del cucito. Si...

Scegliere le forbici da sarta

Se dovessi avere soldi per comprare solo una cosa per il mio hobby, comprerei un buon paio di forbici da sarta. Non...

Riprendere a cucire, dopo una lunga pausa

Ero piena di bei progetti, fili, tessuti, cartamodelli. Ed entusiasmo, tanto entusiasmo. Compravo e progettavo, con chissà quali pretese, vestiti e oggettini,...

Altro che potrebbe interessarti