martedì 26 aprile 2011

Nambanzu - Marinatura giapponese - Salmone fritto marinato



Altro grande successo del buffet di cui parlavo nel post precedente, questo Nambanzuke fa parte della serie degli Tsukemono in quanto piatto marinato.
Si tratta in questo caso di salmone fritto e messo a marinare con verdure e aceto, una sorta di carpione giapponese. Dico in questo caso perche' si puo' marinare in questa maniera qualsiasi cosa si voglia, principalmente pesci o carni bianche, si trova molto spesso infatti nambanzuke di pollo, anche se nella maggior parte dei ristoranti giapponesi in italia offrono la versione con il salmone.

Questo piatto richiede di essere preparato con almeno un giorno di anticipo.
E' uno dei miei piatti preferiti e questa ricetta e' stata elaborata e modificata a forza di assaggi in diversi ristoranti :D


1 trancio di salmone da 400 grammi circa (trancio non fette!)
1 cipolla piccola
1 carota media
1 limone

due cucchiai di sesamo bianco tostato (oppure tostatelo voi in padella per qualche minuto)
maizena qb
sale e pepe


marinatura:
4 cucchiai di salsa di soia 
230ml di aceto di riso
5 cucchiai rasi di zucchero di canna
350ml di brodo dashi (1 bustina di granulare)
il succo di un limone
1 cm di zenzero grattuggiato

Preparate il liquido della marinatura facendo intiepidire tutti gli ingredienti in un pentolino o a microonde. Mescolate per sciogliere lo zucchero e lasciate raffreddare.
Grattuggiate la cipolla e la carota per ottenere una julienne abbastanza fine, affettate il limone intero con una mandolina per ottenerne delle fettine sottili.
Private il trancio di salmone della pelle passando un coltello tra la pelle e la polpa. Passate una mano sulla superficie del salmone cercando le spine: quando trovate uno spuntone sfilatele con delle pinzette pulite.
Tagliate il trancio a dadi di circa 2-3 cm e conditeli con un po' di sale e e di pepe. Passateli nella maizena, poi scrollateli e friggeteli in abboondante olio di semi fino a che non saranno dorati e croccanti.
Scolateli. Finche' sono ancora caldi preparate un recipiente a bordi alti (non di metallo!) mettendo uno strato di carote e cipolle sul fondo, poi uno strato di salmone, uno strato di fettine di limone e ricominciate fino ad esaurimento degli ingredienti. L'ultimo strato dovrà essere composto da fettine di limone.
Pressate bene con le mani per compattare il tutto e versate il liquido della marinata fino a ricoprire il tutto.
Applicate uno strato di pellicola per alimenti a contatto con la marinata e conservate in frigo.
Al momento di servire scolate una presa di Nambanzuke dalla marinata e cospargetela di sesamo tostato.

E' pronto dopo 24 ore e si puo' mangiare tutto, fettine di limone comprese!

Ittadakimasu!

venerdì 22 aprile 2011

Trancetti di pane all'aglio


Pasqua è tra due giorni, siete stati invitati al pranzo da suocere/zie/cuginame vario e siete nel panico non solo perchè non avete tempo, ma gli altri invitati si sono gia' accaparrati i piatti principali, le utilissime torte salate nonchè dolci e colomberia varia.

Fate una porca figura portando questi ultraveloci trancetti di pane all'aglio come aperitivo!!

:D
Sul serio, in un buffet sono uno degli sfizi che sparisce per primo, non e' impegnativo (se non esagerate con la dose di aglio) e tutti tutti vi faranno i complimenti. In piu' se non gradite l'aglio potete sostituirlo con erbe aromatiche fresche o paprika, curry.... a scelta. E se non l'avessi gia' detto... sono facilissimi!!

Questo è il primo di una serie di post che riguardano un buffet che ho avuto il pregio di preparare per un amico e che considero un po' il mio primo servizio di catering a domicilio :D

Posso assicurarvi comunque che una ragazza dichiaramente anti-aglio e anti-cipolla che era presente all'occasione, si e' pappata questi trancetti senza esitazione alcuna. :))

Io ho avuto la fortuna di trovare l'aglio rosa di Lautrec, ho una certa predilezione per aglio e cipolla francesi


eccovi qui, per una quantità come quella in foto:

2 ciabatte di grano tenero
150 gr di burro a pomata
una manciata di prezzemolo fresco
un paio di spicchi d'aglio 
sale e pepe

Aprite le ciabatte per il lungo e fatele tostare per qualche minuto sotto al grill. Attenzione devono appena dorarsi, non troppo!
Lavorate il burro a pomata (lasciato fuori dal frigo per una quindicina di minuti) con l'aglio passato nell'apposito attrezzo spremiaglio (potete anche grattuggiarlo se non avete l'attrezzo) e il prezzemolo tritato, aggiungete un pizzico di sale e un po' di pepe se piace.
Spalmate questa crema sopra le mette ciabatte e rimettetele sotto al grill fino a doratura completa.
Non svenite per il profumo.
Tagliate a trancetti le ciabatte e servite, oppure fatele raffreddare e portatele al vostro pranzo di pasqua.

Auguro a tutti una Buonissima Pasqua!

venerdì 15 aprile 2011

Hanami - Grazie!!

Sono state le due settimane più intense degli ultimi due anni, sono letteralmente a pezzi ma una soddisfazione così piena è rara e preziosa.  Bisognerebbe poterne catturare un po' per i momenti di crisi e ricordarsi di questi momenti :)

L'Hanami è stato un successo, tantissima gente, amici, sconosciuti, alcuni rimasti in lista d'attesa perchè l'affetto e la partecipazione sono stati così travolgenti da riempire tutto lo spazio disponibile e pure di più! 
Alcune persone sono entrate e rimaste a cena solo perchè passavano di lì ed erano state attirate dall'atmosfera, ad un tavolo dove in 7 ci stanno strettini hanno mangiato in dieci, volontariamente! 
Alla fine della serata una ragazza mi ha detto "mio marito ha mangiato sul tovagliolo da quanto eravamo stretti ma non ce ne lamentiamo perche' è stata una bella serata ed il motivo è davvero importante." Sono queste le cose che ti riempiono il cuore e cancellano come un colpo di spugna la fatica fisica e mentale dell'organizzazione e dello spadellamento. 

Ovviamente le ricette verranno presto postate sul sito!! :D

Un Grazie col cuore in mano va alla signora Kanzaki per l'aiuto in cucina e per avermi sopportato tutto il pomeriggio pazientemente e col sorriso :) 

Un altro Grazie con la G maiuscola va al mio Amico con la A maiuscola Bondo che per un giorno e' passato da cavia assaggiatrice a onigiratore professionista dimostrando che i Fisici Sanitari ci hanno anche il fisico: ha modellato 5 KG di riso. 5. Wordless. :D

Un saluto particolare va a Gianluca Fanchini per le bellissime decorazioni ad origami e il bonsai di sakura offerto per beneficienza, e a Shoko Okumura per il GRANDISSIMO aiuto nel riempire i bento e i meravigliosi dipinti giapponesi portati a decorare la sala. 

Il mio più grande e doveroso riconoscimento va assolutamente al SoSushi Rho senza il quale tutto questo non sarebbe stato possibile: Elena,  GRAZIE per l'appoggio fisico e morale, ci capiamo al volo neh? :D

Non vi annoierò più con le parole, vi lascio alle immagini, spero che vi trasmettano le stesse sensazioni che sto provando in questo momento :)




martedì 5 aprile 2011

Hanami pro Giappone domani :)

Intanto GRAZIE.
Grazie di aver capito cosa è per me questo gesto e per loro quanto sia  importante il supporto morale al di là del denaro. Credo di non aver mai visto una partecipazione così massiva e globale alla sofferenza di un paese in difficoltà.

Grazie davvero a tutti, abbiamo dovuto chiudere le prenotazioni e c'e' gente in lista d'attesa. 
Continuate però a chiedere informazioni, potremmo organizzare a breve una seconda serata date le richieste di adesione!!

Per chi ci sarà domani sera, un piccolo assaggio delle decorazioni... Come vede non ho abbandonato la parte Crafts del blog! :D
A domani!!

Related Posts with Thumbnails