giovedì 27 maggio 2010

Corso di Cucina giapponese - un weekend per imparare a cucinare Okonomiyaki, Ramen, Tsukemono, Dorayaki e tanto altro!



Corso di Cucina Giapponese

5-6 giugno 2010

Erba (CO)


E' con grande piacere che presento il primo corso di Cucina Giapponese di Food&Crafts!

Si tratta di un weekend per imparare i piatti principali della cucina casalinga nipponica, della durata di un weekend, nella cornice di una meravigliosa villa con parco nel centro storico di Erba (CO) con la possibilita' di frequentare contestualmente anche lezioni di Spada Giapponese, Tai-Chi e KungFu.

Impareremo le basi e i trucchi per poter riprodurre a casa propria una cena giapponese casalinga dagli antipasti al piatto principale, alcuni contorni e un dolce in modo autonomo e facilmente!

Maggior informazioni sul corso di cucina qui, e per qualsiasi informazione al riguardo, orari, contenuti, costi, non esistate a contattarmi!

giovedì 20 maggio 2010

Tsukemono o antipasti giapponesi: Kabocha Honey Fry - Zucca fritta al miele


Inauguro questa nuova serie di post dedicati agli Tsukemono con uno sfizioso piattino a base di zucca e miele che può essere servito come antipasto, contorno o perche' no, anche come dolcetto fuori dagli schemi grazie all'accoppiata dolce di questi due ingredienti favolosi.

Intanto, cosa si intende per Tsukemono? Nella cucina giapponese gli Tsukemono sono piatti a base di verdura marinata in qualche maniera: questi vengono impiegati come contorno del pasto in aggiunta ad un piatto principale di carne o pesce, oppure usati come ingredienti aggiuntivi in alcune preparazioni. Sono l'equivalente delle nostre conserve di verdura, con l'accezione che di norma vengono preparati per essere consumati nel giro di qualche giorno. Esistono poi eccezioni come nel caso del kimuchi o cavolo fermentato e marinato con peperoncino, che viene preparato in grandi quantita' in gruppo dalle massaie e conservato per l'inverno in giare di terracotta (spesso sotterrate in giardino). A dire il vero il kimuchi e' un piatto coreano ma e' stato adottato dai giapponesi come parte del cibo di tutti i giorni.
Ci sono diversi tipi di tsukemono ma i principali modi di marinare la verdura si basano sulla salsa di soia (shoyu), sul miso, sull'aceto di riso, sul succo di limone e sul nukazuke ovvero polvere di crusca di riso. In aggiunta ci sono vari ingredienti aggiunti per insaporire che variano dal sesamo alle alghe wakame, al miele o zucchero di canna.

Veniamo a noi. Questo amuse-bouche viene servito di solito insieme a piatti in brodo per via del miele che "lega" in qualche modo la bocca ma molto più probabilmente poichè essendo la zucca un ortaggio invernale e' piu' facile che venga consumato con dei sostanziosi piatti che riscaldano le membra :)
Questo tipo di marinata, più che ovviamente quelle all'aceto, si presta anche come fine pasto dolce, data la dolcezza della zucca e del miele: ovviamente in questo caso si omette il sale dopo la frittura.
Si utilizza la zucca Hokkaido ovviamente, con tutta la buccia ben lavata che e' ricca di vitamine e caroteni, una buona sostituzione può essere la zucca Butternut sbucciata. La preparazione e' molto semplice:


per 4 persone

ingredienti:
1/2 kabocha (zucca) hokkaido o butternut
olio per frittura
un pizzico di sale
2-3 cucchiai di miele
foglie di shiso (basilico giapponese) per decorare


Tagliate la zucca a pezzi della grandezza di un boccone e tamponateli con un foglio di carta assorbente. Scaldate l'olio in un tegame a 170° e friggete la zucca fino a che non diventi morbida.
Scolate, salate e asciugate con lo scottex. Lasciate intiepidire e trasferite in un piatto condendo le fette con il miele. Lasciate marinare il tutto per almeno mezzora e servite freddo o a temperatura ambiente con le foglie di shiso.

Ittadakimasu!!
Related Posts with Thumbnails