mercoledì 9 aprile 2014

Urtica 14 - alla scoperta delle erbe spontanee commestibili e dei cereali antichi tra le colline del Roero




So che ultimamente sto cucinando poco e sto andando molto in giro, ma è quello che la Primavera risveglia in noi giusto? Aprirsi, camminare, viaggiare coi primi tiepidi giorni di aprile e scoprire cose nuove..

Per questo vi consiglio un ulteriore weekend all'aria aperta stavolta in piena Langa, un evento dedicato alle piante spontanee e alla natura, inoltre potrete cogliere l'occasione di essere in un territorio meraviglioso per  darvi alle degustazioni vinicole e culinarie della zona...  :)

Urtica 2014 è ad Alba dal 30 maggio al primo giugno, dove in tre giorni ricchi di eventi gastronomici e informativi, musica e passeggiate potrete approfondire la vostra conoscenza delle erbe spontanee e di cereali antichi, dimenticati e riportati a nuova vita da mani appassionate.

Personalmente da quando mi interesso di giardinaggio sono sempre attenta a scoprire nuove piantine commestibili da infilare nei miei piatti, per cambiare gusto e provare sapori differenti. Le erbe spontanee i hanno sempre incuriosito per due motivi principali: un po' perche' se ne stanno li' nel bosco e nei campi per conto loro, a vivere una tranquilla esistenza bucolica, un po' perche' il saperle riconoscere ed utilizzare è tesoro di sapere tramandato dalle antiche generazioni che ancora vivono in campagna e continuano a usarle.

I piu' conosceranno i bruscandoli o luppolo selvatico dal sapore amaro, l'ortica che di solito si accompagna ai risotti ma si puo' gustare anche lessa o per ripieni di tasche di vitello, mentre ormai il tarassaco (o dente di cane, pissalet, piscialetto) specie in questo periodo lo si puo' trovare anche nei supermercati.
Alcune di queste erbe hanno effetti benefici sull'organismo, come il suddetto pissalet, che suggerisce un'azione diuretica :)

Quelle che conosco sono la borragine, compagna di tanta pasta ripiena ligure e facilmente coltivabile pure sul balcone in vasetti e balconette (ci sono riuscita l'anno scorso), l'acetosella che assomiglia al trifoglio e si usa in insalata per dare una sorta di sapore di aceto come condimento, e la piantaggine in tutte le sue specie (lanceolata, maggiore, ..) perche' e' la classica erba che mi trovo a spiegare ai ragazzi al campo scout, che cresce dove c'e' umido e si riconosce facilmente dalle foglie che assomigliano alle orecchie dei conigli. La piantaggine è nota fin dall'antichita' per le sue proprieta' curative, principalmente per l'azione cicatrizzante e poi anche per l'uso contro le infiammazioni. Si usa anche lei in insalata.

Vi ho incuriosito?

URTICA 2014 AD ALBA
FESTA DELL'UOMO E DELLE PIANTE SPONTANEE COMMESTIBILI.
alla scoperta del mondo vegetale selvatico tra le colline del Roero


30 maggio - 1 giugno 2014

presso Casa Scaparone
Strada Scaparoni 45 ad Alba (Cn).
Per maggiori informazioni: www.casascaparone.it e www.cerealiantichi.it



Fiori di Borragine


Piantaggine maggiore e Tarassaco


Piantaggine lanceolata



Ortica

venerdì 4 aprile 2014

Giardini nel Tempo - Fiori e piante a Cesano Boscone 5-6 aprile 2014


Un breve appunto per informarvi che se siete in zona Milano questo weekend, a Cesano Boscone c'è la manifestazione "Giardini nel Tempo", un'ottima occasione per farsi un giro all'aria aperta e procurarsi piantine per il balcone e il giardino :)

L'anno scorso infatti ho raccolto un ricco bottino di piante giapponesi mangerecce tra cui la famosa perilla o shiso (basilico giapponese di cui tutti chiedono e nessuno sa mai dove procurarselo! basta coltivarlo sul balcone, e' facile e richiede solo un po' d'acqua e di sole) e un alberello baby di limoni rossi che campeggia ora sul balcone dei miei (ha svernato al caldo, tra poco se ne torna a casa sua :D)

Quest'anno ho intenzione di procurarmi nuovamente lo shiso nelle due varianti verde e rossa, lo zenzero myoga (i cui germogli possono essere usati per sottaceti e tsukemono), il mitsuba (prezzemolo giapponese) e una pianta di "spinacio fragola" un tipo di spinacio decorativo piu' che altro anche se commestibile, che produce delle bacche rosse appunto che assomigliano alle fragole. Mi piacerebbe anche un altro alberello di agrumi, vedro' che qualità trovero' :)

Mi sarebbe piaciuto prendere anche lo Yam o yamaimo, patata giapponese per diversi utilizzi in cucina (okonomiyaki) e il wasabi da piantare ma purtroppo per le patate serve un orto e non bastano i vasi del balcone... e il Wasabi ha bisogno di terreno fangoso vicino ad acqua corrente come quella di un fosso... 

Per gli amanti delle erbe piu' tradizionali, non temete ci sono anche quelle! E anche moltissimi cespugli e fiori.
Io vi consiglio di esplorare le aromatiche, penso di procurarmi anche la menta profumata al cioccolato e alla mela... d'altronde in tempi di dieta.. :D

Tra i vari espositori vi segnalo i miei fornitori rispettivamente delle erbe giapponesi e degli agrumi sopra citati.. I vivai Belfiore sono un posto bellissimo da visitare se vi capita di passare dalle parti di Firenze, ci sono stata durante la fiera Horti e Orti e nonostante il tempo molto piovoso ci è piaciuto e rimasto impresso :)


AZ. Agr. La Margherita 
Via Bassanella,1
46040 Gazoldo Degli Ippoliti - MN
Tel. 0365657209 cell. 3385723860
www.aalamargherita.eu
info@aalamargherita.com
Piante aromatiche tradizionali ed insolite,
piante commestibili, ortaggi perenni


Oscar Tintori Vivai
Via Tiro a Segno 55
51012 Pescia (PISTOIA)
Tel.0572 429191 - Fax 0572 429605
info@oscartintori.it www.oscartintori.it
Collezione Agrumi ornamentali, concime e terriccio
per agrumi, marmellate e miele agli agrumi,
pubblicazioni sugli agrumi - olivi


Vivai Belfiore Az. Agricola 
Via Di Valle, Loc. S. Ilario Casella Postale 91
50055 Lastra a Signa FI
tel.0558724166 cell.3475900868
info@vivaibelfiore.it www.vivaibelfiore.it 

ricerca, recupero e produzione di piante da frutto
antiche e storiche.
Grandi collezioni di susine antiche europee, uva da
tavola, fichi e ciliegie acide.
Materiale didattico e pubblicazioni
sull'argomento.


Ci vediamo a Giardini nel Tempo!

Giardini Sandro Pertini
Via Roma, 40
20090 Cesano Boscone MI
http://www.giardinineltempo.it/
facebook page : https://www.facebook.com/giardininel.tempo

Orari:
sabato 10,00 - 19,30
domenica 9,00 - 19,30

info 3290597304

ingresso gratuito

 
 



venerdì 21 marzo 2014

Haru no Kaze: il Giappone a Vicenza


Buona primavera a tutti!

Gli alberi qui intorno sono tutti in fiore, nuvole bianche e rosa che dureranno solo una decina di giorni ma che per quel poco tempo che ci regalano rendono tutto più allegro e insolito, come stimolo a risvegliarci dal torpore invernale.

(la foto qui sopra è una delle mie preferite, l'ho scattata nei giardini del parco del castello di Himeji
(姫路城, Himejijō) in primavera inoltrata...)

Approfittiamo del weekend per concederci un picnic nel parco, se siamo fortunati sotto ai pruni in fiore (per i ciliegi manca ancora un po' di tempo :) e rilassiamoci!

Se proprio il tempo dovesse cambiare invece vi segnalo il festival di cultura giapponese Haru no Kaze - Vento di Primavera,  in quel di Vicenza, con moltissimi eventi dalla cucina alla ceramica raku, passando per ikebana, origami, laboratori di lingua giapponese, mostre d'arte e molto altro!
E' organizzata dalla Associazione Culturale Gohan, qui sotto trovate il programma, io andrò sicuramente a vedere la dimostrazione di vestizione del kimono sperando di fare buone foto e vediamo cosa altro riuscirò a fare questo weekend :)




Scarica programma in pdf
Scarica piantina di Vicenza con le location in pdf




Programma Eventi
 
15 e 16 marzo
Gazebo informativo sulla manifestazione (verde 1 - riferimento sulla piantina)
possibilità di prenotazione ed iscrizione agli Eventi
Contrà Cavour
Sabato dalle ore 15 .00 alle ore 18.30
Domenica dalle ore 09.30 alle ore 18.00

21 marzo 
Inaugurazione "Haru no Kaze"
Palazzo Trissino sede del Comune di Vicenza
ore 10.30
su invito

Apertura Mostra d’Arte Incisoria alla “maniera nera”: Narumi Harashina - “Evocazioni”:
(arancio 2)
a cura di: Daniela Copeta, Ass. Gohan e con la collaborazione dell'Ass. Fuji.
All'inaugurazione la Dott.ssa Daniela Copeta terrà una presentazione
alla presenza dell’Artista e della moglie venuti da Tokyo per l'occasione.
Stamperia d’Arte Busato, Contrà Porta Santa Lucia, 38
Inaugurazione ore 16.00 aperta a tutti
Ingresso libero
dettagli: entra qui

Apertura Mostra Grafica d’Arte Contemporanea “Venti Contrari”:
(arancio 2)
Tradizione e innovazione nella Grafica d’Arte Contemporanea Italia versus Giappone
“Artisti Giapponesi e Italiani si incontrano sui temi della natura e della città, del paesaggio naturale e urbano, della dimensione psichica e sociale dell’uomo”
La mostra è a cura di: Debora Antonello, Chiara Frigo e Associazione Gohan
Gli artisti sono con Mana AKI, Debora ANTONELLO, Toshimi KITANO, Emilio BARACCO,
Dai KOBAYASHI, Gino DI PIERI, Yurie MAMIYA, Paolo MIATTO, Hiroaki MIYAYAMA, Raffaele MINOTTO, Miyuki OKAWA, Bonizza MODOLO, Mariko OTA, Elena MOLENA, Masaharu SEKI, Nicola SENE, Yoshie UCHIDA, Andrea SERAFINI, Sanae YAMAMOTO, Marina ZIGGIOTTI
All'inaugurazione Chiara Frigo introdurrà l’opera degli artisti presenti e il significato dell’esposizione.
Stamperia d’Arte Busato, Contrà Porta Santa Lucia, 38
Inaugurazione ore 18.00 aperta a tutti
Ingresso libero
dettagli: entra qui

Apertura Mostra di Pittura Contemporanea “Vivere un’Idea: il Nostro Domani”:
(arancio 2)
Gli artisti sono uniti dalla medesima convinzione della propria forza espressiva e della funzione dell’artista come Vate di un possibile pensiero positivo per il futuro: ognuno peculiare ma incredibilmente efficace.
a cura di: Shinya Sakurai, Maurizio Colombo e Ass. Gohan con Vittorio VALENTE,
Gianpaolo Truffa, Francesco DI LERNIA, Kyoko YAMAZAKI, Yoshiko SUZURAN,
Shinya SAKURAI.
All'inaugurazione verrà esposto un breve commento critico e saranno presenti gli artisti Shinya Sakurai e Yoshiko Suzuran
Stamperia d’Arte Busato, Contrà Porta Santa Lucia, 38
Inaugurazione ore 19.00 aperta a tutti 
Ingresso libero
dettagli: entra qui

22 marzo

Cucina Giapponese:
“impariamo a fare i sushi”
Sig.ra Kihara, Ristorante Le Rouge
c/o Hotel De La Ville, Viale Verona, 12 - ore 9.30 - 13.00
Aperta a tutti, è richiesta iscrizione entro giovedì 20 marzo
(posti limitati)

Shiatsu: trattamenti di shiatsu
(rosso 4)
a cura della Scuola Nagaiki Shiatsu Vicenza,
dalle ore 10.00 alle ore 13.00
B55 Polo Giovani, Contrà Barche 55
Aperti a tutti, è richiesta la prenotazione

Ikebana - lezione introduttiva
- Scuola Sogetsu, a cura dell'Ass. Gohan
(rosso 4)
ore 15.00 – 17.30
B55 Polo Giovani, Contrà Barche 55
Aperta a tutti, è richiesta iscrizione entro giovedì 20 marzo
(posti limitati)

Laboratorio di Ceramica “Raku”
Il Raku, è una tecnica di origine giapponese,
nata in sintonia con lo spirito zen,
in grado di esaltare l’armonia e la naturalezza delle forme
a cura di Ass. Gohan e ViArt con Atelier “Argilla e Mani”
ore 15.00 1ª sessione - ore 17.00 2ª sessione
Piazza delle Erbe
Aperto a tutti, è richiesta l’iscrizione entro venerdì 21 marzo
(posti limitati)

23 marzo

Vestizione del Kimono (dimostrazione)
(rosso 3)
a cura delle Sig.re Mari Sakaguchi e Yuko Sato - ore 10.00 – 12.00
Chiostri di S. Corona, Contrà Santa Corona 4
Aperta a tutti fino ad esaurimento posti
dettagli: entra qui

Shiatsu: Proviamo lo Shiatsu - lezione introduttiva
(rosso 4)
a cura Scuola Nagaiki Shiatsu Vicenza
ore 15.00 – 17.30
B55 Polo Giovani, Contrà Barche 55
Aperta a tutti, è richiesta la prenotazione
(posti limitati)

Lingua Giapponese: introduzione alla lingua
(rosso 4)
Sig.ra Funakoshi
ore 16.00 1ª sessione - ore 17.15 2ª sessione
B55 Polo Giovani, Contrà Barche 55
Aperta a tutti, è richiesta la prenotazione entro venerdì 21 marzo
(posti limitati)

Laboratorio Origami
(rosso 4)
a cura Sig.ra Yuko Sato
ore 15.30 1ª sessione - ore 16.45 2ª sessione
B55 Polo Giovani, Contrà Barche 55
Aperto a tutti, è richiesta la prenotazione
(posti limitati)

24 marzo

Film “Jiro e l’Arte del Sushi’
(arancio 7)
di David Gelb con Jiro Ono e Sukiyabashi Ono                         
Saletta Lampertico Cinema Odeon, C.so  Palladio, 186
ore 20.30” - il film è in lingua italiana
ingresso libero fino ad esaurimento posti
dettagli: clicca qui

25 marzo

Zazen - "Sedere nel Silenzio"
Pratica di meditazione Zen
ore 20.30 presso "Albero della Vita", Via Piazzon 7, Creazzo (VI)
Aperta a tutti, è richiesta la prenotazione
(posti limitati)

26 marzo

Shiatsu: trattamenti
di shiatsu a cura della Scuola Nagaiki Shiatsu Vicenza,
(rosso 4)
dalle ore 20.00 alle ore 22.00
B55 Polo Giovani, Contrà Barche 55
Aperti a tutti, è richiesta la prenotazione
(posti limitati)

27 marzo

Cena Giapponese
– "Il Giappone a Tavola"
presso Ristorante “Le Rouge” - Hotel De La Ville
Viale Verona, 12 - ore 20.15
Aperta a tutti, è richiesta la prenotazione/iscrizione entro lunedì 24 marzo
(posti limitati)

28 marzo

Conferenza dimostrativa
(rosso 6)
"Lo Spirito della Spada Giapponese". 
Enrico Fongaro, 7° dan Renshi, docente all'Università di Sendai
Marcello Ghilardi, 2° dan, Università di Padova
Katana: storia e mito tra letteratura e ritualismi
Dott.Guido Pontoglio
Insegnante di arti marziali, lingua e cultura giapponesi presso
l'Associazione Internazionale Jitakyoei Budo
ore 19.30 – Sala Teatro S. Croce, Corso Fogazzaro, 250
Ingresso libero, aperta a tutti fino ad esaurimento posti

29 marzo

Shiatsu: trattamenti
di shiatsu a cura della Scuola Nagaiki Shiatsu Vicenza,
(rosso 4)
dalle ore 10.00 alle ore 13.00
B55 Polo Giovani, Contrà Barche 55
Aperti a tutti, è richiesta la prenotazione
(posti limitati)

Gioco del Go
a cura del gruppo Veneto Go
(rosso 4)
ore 13.30 1ª sessione - ore 15.30 2ª sessione - ore 17.30 3ª sessione
B55 Polo Giovani, Contrà Barche 55
Aperto a tutti, è richiesta la prenotazione
(posti limitati)

Laboratorio Origami
(rosso 4)
a cura Sig.ra Yuko Sato
ore 15.30 1ª sessione - ore 16.45 2ª sessione
B55 Polo Giovani, Contrà Barche 55
Aperto a tutti, è richiesta la prenotazione
(posti limitati)

Ikebana - lezione introduttiva
- Scuola Sogetsu, a cura dell'Ass.Gohan
(rosso 4)
ore 14.30 – 17.00
B55 Polo Giovani, Contrà Barche 55
Aperta a tutti, è richiesta iscrizione entro giovedì 27 marzo
(posti limitati)

Concerto Musica Giapponese:
“La bellezza del Giappone e noi”
(viola 5)
Concerto per shakuhachi (flauto in bambù tipico della musica tradizionale giapponese)
shihan Fiore de Mattia, relatore Roberto Sallustio
Lo shakuhachi,  con le sue sonorità particolari e ammalianti, è capace di creare delicate suggestioni che rendono l’ascolto quasi magico, pervaso da quell’eleganza che contraddistingue tutte le arti giapponesi.
Teatro Comunale di Vicenza, Viale Mazzini 39, ore 20.45
INGRESSO GRATUITO con prenotazione obbligatoria del biglietto:
on line: www.tcvi.it
oppure c/o biglietteria Teatro Comunale
Orario di apertura al pubblico:
dal martedì al sabato dalle 15 alle 18.15
Servizio telefonico (0444 324442) della biglietteria è attivo:
dal martedì al sabato dalle 16 alle 18
dettagli: entra qui

30 marzo

Bonsai – laboratorio lavorazione del bonsai
(rosso 4)
a cura “Amici del Bonsai”, Marostica (Vi)
B55 Polo Giovani, Contrà Barche 55
ore 09.45 - 13.00
Aperta a tutti, è richiesta iscrizione entro martedì 25 marzo
(posti limitati)

Shiatsu: proviamo lo Shiatsu lezione introduttiva
(rosso 4)
a cura Scuola Nagaiki Shiatsu Vicenza
ore 10.30 - 12.45
B55 Polo Giovani, Contrà Barche 55
Aperta a tutti, è richiesta la prenotazione
(posti limitati)

Chadō - Cerimonia del Tè
(rosso 6)
Maestra Michiko Nojiri Scuola Urasenke: dimostrazione.
ore 16.00, Sala Teatro S. Croce, Corso Fogazzaro, 250
Aperto a tutti fino ad esaurimento posti
A seguire: Degustazione aperta a tutti.
Per la degustazione è richiesta la prenotazione entro venerdì 28 marzo
(posti limitati)

Mostra ed Esposizioni - Ingresso Libero

Haru no Kaze Mostre:
  • Pittura Contemporanea “Vivere un’Idea per il Nostro Domani”:
  • Arte Incisoria alla “maniera nera”, “Evocazioni”:
  • Grafica d’Arte Contemporanea “Venti Contrari
Stamperia d’Arte Busato,
Contrà Porta Santa Lucia, 38
da Martedì a Venerdì: 17.00 - 19.00
Sabato e Domenica: 10.00 - 12.30 e 16.00 - 19.00
Lunedì: chiuso

--

venerdì 14 marzo 2014

White day - Il cioccolato della rivelazione


Oggi in Giappone è il White Day, ovvero il giorno della risposta al regalo di San Valentino. 

Ripasso per chi se l'è perso, a San Valentino le ragazze giapponesi preparano del cioccolato fatto in casa (o ne comprano di molto buono) per regalarlo al ragazzo del cuore (Honmei-choco - 本命 チョコ), mentre per tutti gli altri (amici, famiglia, insegnanti) si regala Giri-choco (義理チョコ) ovvero del cioccolato "per dovere" per dimostrare il proprio affetto.

Gli ometti invece sono tenuti a ricambiare un mese esatto dopo, oggi nel White-day, con un dolce o del cioccolato che abbia 2-3 volte il valore di quello che è stato ricevuto. 
Ovviamente se il sentimento è ricambiato.. quindi per molte ragazze oggi è il giorno della verità e chissà quanti cuori infranti e nuove coppie vedranno la luce :)
Questo giorno si chiama cosi' perche' il "white" sta per il colore dello zucchero dei dolcini che oggi verranno consegnati. :) 

Il dolce che vedete nella foto è tipico primaverile, è un Ichigo-mochi. Una pasta di farina di riso glutinoso cotta a vapore e ripiena di pasta di fagioli azuki e una fragola.
Presto la ricetta sul blog :)


Ittadakimasu!

 

martedì 11 marzo 2014

La perfetta bellezza della cucina giapponese Kaiseki - il Sashimi




Non è un caso che questo post mi trovi a pubblicarlo proprio oggi, a distanza di tre anni da un disastro che ha colpito nel profondo me come molte persone legate a questo paese che ci è così caro e affine, eppure cosi' lontano e criptico.
Oggi voglio celebrare la forza di un paese che si è rialzato in piedi accogliendo il dolore e facendone una forza silenziosa, potente.
Comincio con un'anteprima della sua cucina nella forma più alta: il Kaiseki Ryori.

Nel 2013 l'UNESCO ha accolto la cucina tradizionale giapponese Washoku nel pantheon del patrimonio universale dell'umanità e la cucina Kaiseki ne fa parte. 

La scorsa settimana ho partecipato ad un evento organizzato dal MAFF, il Ministero per l'Agricoltura, Pesca e Foreste del Giappone, in cui il Maestro Oshima Akira ha preparato un intero menu di alta cucina giapponese spiegandone il significato e le origini, mentre ci mostrava come affrontare alcune preparazioni di base (che ho filmato e presto saranno sul blog!).
Ci ha parlato inoltre di come nasce e da cosa dipende l'UMAMI o il gusto di cio' che "ci sembra non solo molto buono ma proprio perfetto al palato (TM Apest :))" e del parallelismo tra Italia e Giappone che in quanto geograficamente posizionati in maniera molto simile, condividono alcuni prodotti ittici analoghi.

Le foto che trovate qui illustrano uno dei piatti principali del Kaiseki: il sashimi. Ora, potete vedere coi vostri occhi che la presentazione è un punto fondamentale di questo tipo di cucina, ma l'apparenza è ugualmente importante della qualità delle materie prime e della varietà offerta: qui troviamo dell'aragosta, orata, ricciola, sgombro, calamari e branzino oltre al tonno e al salmone.



Le composizioni di sashimi più grandi sono presentate in caso di banchetti o per momenti speciali, quando invece si serve del sashimi direttamente in porzioni singole, il pesce viene presentato in questa forma, comunque molto deliziosa all'occhio sebbe meno scenografica.
I fiori di Shiso della decorazione si mangiano e donano un tocco fresco e pungente al pesce.


Questo tipo di piatto con il pesce tagliato così sottile da essere trasparente e mostrare il decoro del piatto sottostante è tipico e lo ho incontrato spesso nei miei viaggi nel paese del sol levante.


Nell'ambito della diffusione della cultura della autentica cucina giapponese in Italia vi ricordo che il MAFF ha aperto un temporary shop a Milano in cui potete trovare prodotti alimentari e molto altro. Ecco qui i riferimenti, ma muovetevi è aperto solo fino al 16 marzo!

“CIBO GIAPPONE - JAPAN FOOD INFO POINT”
Corso Garibaldi 117 , Milano

Orari di apertura: da ven. 14 febbraio a dom. 16 marzo dalle ore 11:00 alle ore 19.30
Orario continuato/Entrata gratuita
Tel 02-653466

・Presentazione di alimenti e della cultura alimentare giapponese. Realizzazione di mostre che illustrino e trasmettano il concetto di cibo giapponese e diano l’opportunità di approfondirne la conoscenza.

・Vendita di prodotti alimentari “made in Japan” che arrivano direttamente dal Giappone.

・Degustazioni di cibi e bevande giapponesi. Ogni giorno, ogni settimana, si potranno degustare cibi e bevande in vendita.

・Presentazione di vari tipi di sake’. Verranno esposti vari tipi di sake’, tra i piu’ rappresentativi del Giappone, per presentarne al pubblico l’ampia varieta’ .


venerdì 17 gennaio 2014

#SpaghettiDay Spaghetti integrali allo sgombro sottolio e pomodorini


Oggi la IDIC International Day of Italian Cuisines, festeggia lo #SpaghettiDay una giornata dedicata al piatto piu' rappresentativo della nostra tradizione mediterranea di semplicità e bontà culinaria.
In realta' si tratterebbe di spaghetti al pomodoro e basilico ma ad essere sinceri il mondo del web food da stamattina si è impadronito del tag e ha condiviso i piu' piatti di spaghetti conditi nei modi più svariati..

Io ho deciso di proporvi una veloce e gustosa rivisitazione della ricetta con cui ho vinto il contest  NEP - Naturale, Eccellente, Performante del Food Revolution Day 2013, l'evento promosso a livello mondiale da Jamie Oliver per imparare e diffondere la cultura del mangiare sano, bene e nutriente.

Cosi' oltre a festeggiare la semplicità ci facciamo anche bene alla salute!

Io vi consiglio Angelo Parodi per lo sgombro, ma lo sapete già. :)


ingredienti per 4:
una scatola di sgombro sottolio
250 gr di pomodorini ciliegia maturi
1 limone bio
un mazzetto di prezzemolo
tre spicchi d'aglio
320 gr di spaghetti integrali
aceto di mele
olio di oliva
sale e pepe


Buttate la pasta integrale in una pentola d'acqua bollente e salata.
Tritate uno degli spicchi d'aglio e mettetelo a dorate in una padella antiaderente con un filo d'olio d'oliva. Aggiungete lo sgombro ben scolato dalla scatoletta e fate rosolare per qualche minuto.
Aggiungete i pomodorini tagliati in 4, compreso bucce e semi e dopo qualche secondo sfumate con un cucchiaino di aceto di mele.
Fate rosolare a fiamma media per qualche minuto aggiungendo un po' d'acqua di cottura della pasta se dovesse risultare troppo secco.
Aggiungete un cucchiaio e mezzo di succo di limone. Scolate la pasta bene al dente e buttatela insieme al sugo spadellando con un goccio di acqua di cottura per mantecare. Servite ben caldo cospargendo di scorza di limone e di un trito abbondante di prezzemolo e dei due spicchi d'aglio rimasti.

Buon appetito!
Related Posts with Thumbnails